domenica, dicembre 03, 2017

La mia scuola si presenta





La mia scuola si presenta: leader per quando riguarda l’integrazione di ragazze e ragazze con disturbi specifici dell'apprendimento, per il nuovo anno scolastico in fase di approvazione il nuovo indirizzo grafica e comunicazione con la prospettiva della imminente ricostruzione del nuovo istituto (15 milioni di euro già stanziati).

venerdì, novembre 17, 2017

Luciano Floridi, The Fourth Revolution

How we think about our place in the world has been transformed through various revolutions of ideas from big thinkers such as Galileo, Darwin and Freud. Now, Philosopher Luciano Floridi believes that we are now into a new fourth revolution in the mass age of information and data. Could it be that now that we are regularly being outsmarted by computers that can reason and analyse better than we can. It’s no longer possible hold to the view that humans are better at thinking than everything else. Narrated by Gillian Anderson. Scripted by Nigel Warburton. From the BBC Radio 4 series about life's big questions - A History of Ideas. This project is from the BBC in partnership with The Open University, the animations were created by Cognitive.

lunedì, ottobre 23, 2017

sabato, marzo 04, 2017

Biblioteche scolastiche innovative e post-verità

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (Azione #24) evidenzia la necessità dell’aggiornamento della missione delle biblioteche scolastiche, concepite come centri di informazione e documentazione anche in ambito digitale. Per i gruppi di insegnanti insoddisfatti del modello del docente in “cattedra" preoccupato di trasferire i contenuti della disciplina attraverso il solo libro di testo, ritrovarsi intorno a questi nuovi centri di documentazione sarà l’occasione per sperimentare e ripensare insieme nuovi modelli di formazione e di apprendimento. Nel nostro Istituto un piccolo gruppo di insegnanti (progetto PROFILE), hanno iniziato il cambiamento di paradigma senza aspettare i tempi lunghi della politica. Immaginiamo che nella scuola ci sia uno spazio di libertà e responsabilità del singolo insegnante nella singola classe dove è possibile sperimentare strategie nuove e migliori.

Pensiamo che l'insegnante è soprattutto un facilitatore e un organizzatore dell'attività di apprendimento, dove lo studente diventa protagonista di tutte le fasi del loro lavoro, dalla pianificazione alla valutazione. In questo nuovo contesto il vecchio libro di testo non è più sufficiente, abbiamo bisogno invece nelle nostre aule, della disponibilità di molti libri, digitali e di carta, e di un agevole accesso alle informazioni in rete, per sviluppare insieme agli studenti il pensiero critico. Nella nuova era dell’interconnessione, per l’Oxford Dictionaries la parola dell’anno 2016 è stata “Post-truth”. La “Post verità” è un aggettivo che si associa ad una discussione, quando un fatto o notizia è meno rilevante delle emozioni e delle convinzioni personali, nella formazione della pubblica opinione.

Tra le motivazioni della scelta della parola “Post-truth” vi è l’elevata frequenza d’uso del termine nell’ultimo anno, con particolare riferimento al referendum britannico sulla Brexit e alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. L’irrilevanza dei fatti sulle opinioni personali è pervasivo, domina tutti i tipi di media; social media e mainstream come giornali e televisione. La fenomenologia ha preso nuova linfa dalla rete e dai social network. Ci troviamo davanti ad un problema ricorsivamente insolubile, perché la maggior parte delle persone non va alla ricerca di informazioni, ma cerca conferme alle proprie idiosincrasie. Poniamo domande non per avere consigli, ma per essere rassicurati sulle nostre convinzioni. Se voglio credere che i vaccini causano l'autismo, andrò a cercare siti e/o gli amici su facebook che mi dicono che i che esiste una correlazione tra il disturbo che si manifesta nei primi anni di vita e l’immunizzazione dalle malattie infettive. Per le nuove generazioni è essenziale uno spazio e un tempo per la riflessione, la speculazione, il confronto, che non deve mancare in un ambiente scolastico. La biblioteca va aperta anche alle famiglie in orario extrascolastico per diventare centro di informazione e documentazione di tutta la città.

PROFILE
Università Politecnica delle Marche
Newsletter n. 15 - Februay 19, 2017

Siamo #inforg, entità informazionali persi nelle #bolle

mercoledì, febbraio 15, 2017

Il pensiero computazionale fornisce un nuovo linguaggio per la descrizione del mondo

Link&Think: Il pensiero computazionale fornisce un nuovo linguaggio per la descrizione del mondo: di Enrico Nardelli

A fine novembre 2016 l’allora Ministra dell’Istruzione Stefania Giannini, nell’ambito dell’evento dedicato al Piano Nazionale Scuola Digitale alla Reggia di Caserta, ha annunciato l’avvio di un’iniziativa di importanza storica per la formazione informatica nella scuola italiana. .....